lunedì 24 aprile 2017

Illustrazioni di carta e illustrazioni digitali

Quando penso ad una illustrazione porto subito la mente a carta e penna. Solo in un secondo momento arrivano i colori, e quale ultima spiaggia il computer. 
Eppure vi sono molti illustratori, soprattutto contemporanei, che si avvalgono del digitale, ovvero disegnano direttamente al computer. Occorrono ovviamente gli strumenti adatti, ma è un'alternativa che sta prendendo sempre più piede.

Non voglio qui soffermarmi su quale dei due metodi, a mano o in digitale, sia il migliore.
Posso solo dirvi che ho realizzato qualche illustrazione al computer pur non avendo gli strumenti professionali adatti e con buoni risultati, ma se devo essere sincera nulla mi gratifica di più del riportare su carta le mie idee, le mie emozioni, perché tratto dopo tratto si trasformano, cambiano, crescono, evolvono.
Ciò che invece mi incuriosisce sono le tecniche miste o mix media, che consentono di partire da un disegno a mano e poi perfezionarlo o trasformarlo significativamente con il computer in mille modi, anche tramite sovrapposizioni di immagini digitali.
Prendiamo per esempio un mio lavoro “geometrie” (pubblicato qui sul blog) che ho realizzato a mano avvalendomi di strumenti antichi quanto me, come il compasso.
Lo stesso lavoro poteva essere realizzato al computer.

Mettiamo a confronto i due disegni.

Geometrie a confronto
È facile intuire quello realizzato con il computer e quello fatto a mano, anche perché le differenze saltano subito all’occhio.
Innanzitutto le dimensioni e la collocazione nello spazio, per non parlare della mancanza di sfumature di colore nei cerchi le cui sovrapposizioni sono nette a causa del colore pieno.


La geometria digitale che vedete in foto, realizzata senza l’uso della tavoletta grafica, e quindi senza la digital pen, finisce per essere un’opera tutta nuova. Ogni riproduzione anche se fatta dalla stessa mano, non è mai identica, perché contiene qualcosa di unico, una parte di noi stessi. Non avere gli strumenti appropriati è sicuramente limitativo, ma non essenziale. A dirla tutta, la geometria digitale di cui sopra, l’ho realizzata in word! 
Proprio così 😉
E in relazione al tempo di realizzazione?
Viene istintivo pensare che con l’utilizzo del computer i tempi si siano dimezzati, ma non è così. Ho impiegato più tempo con il digitale che con il metodo manuale.
Una volta creato il modello base, è facile modificarlo e crearne un altro. È questo il vero vantaggio del computer.
Guardate ora gli esempi sottostanti.

Quello a sinistra è il disegno fatto a mano, usato anche per il precedente confronto, mentre quello a destra è il modello digitale modificato. In questa versione il lavoro è più vicino all’originale, pur mantenendo alcune diversità.
Si usa il computer per avere la certezza di ottenere un lavoro ben fatto. I cerchi sono cerchi per esempio, nessuno lo metterebbe mai in discussione, ma non baratterei mai la spontaneità con la perfezione. Il tratto a mano definisce lo stile dell’autore; il computer a mio giudizio tende ad appiattire, e spesso mi trasmette una certa impersonalità.
Mi piace il disegno a mano perché è una sfida personale ad ogni tratto, e la dicotomia tra pensato-realizzato spinge l’ingegno oltre i confini, anche di noi stessi.
Con il disegno a mano sento la spinta migliorativa, con il computer spesso mi annoio.
Detto tra noi, un po’ di imperfezione a me piace 😉
Ora però ditemi quale dei due preferite, almeno del mio semplice esperimento.
Geometria di carta, o geometria digitale?
Alla prossima


7 commenti:

  1. Manuale! Senza dubbio. Con le sfumature, le sovrapposizioni di colore è più... vivo, più caldo... non so se sonk rius ita a spiegarmi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti sei spiegata perfettamente Patricia :)
      C'è da dire che esistono strumenti più professionali, che probabilmente riescono a riprodurre lo stesso effetto. Il confronto sarebbe più veritiero.
      Marina

      Elimina
    2. Ti credo sulla parola. Io a disegnare son negata con qualunque strumento

      Elimina
    3. Ed io sono rimasta un po' indietro sugli aggiornamenti degli strumenti :-D
      Baci
      Marina

      Elimina
    4. Io proprio suldisegno 😅😅😅😅

      Elimina
  2. Voto quello manuale. L'altro lo trovo freddo nonostante ci siano colori caldi.
    Per i miei gusti quello a computer è troppo preciso, non lo sento artistico ma tecnico.
    Sono una di altri tempi andati.
    Brava Marina, mi è piaciuto l'esercizio e il confronto. Ti invidio molto, perché la mia manualità è pari a zero.
    Un forte abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'altri tempi anch'io Anna :)
      Tutto il disegno manuale ha una marcia in più, anche se cercano tutti di convincerci del contrario ;)
      Un abbraccio.
      Marina

      Elimina

I commenti verranno pubblicati in differita. E' stata disattivata l'opzione Anonimo per evitare lo spam.